STORIA

06 _ rugby

La storia del rugby ad Enna, contrariamente a quanto possa immaginarsi, ha avuto origini risalenti nel tempo.

Già negli anni ’70, difatti, numerosi atleti del capoluogo si organizzarono in squadre per animare le domeniche pomeriggio degli appassionati.

Successivamente, dopo un periodo nel quale il rugby era nuovamente scomparso, alcuni degli odierni componenti della prima squadra, nei primi anni ‘90, venivano avviati al rugby durante le ore di educazione fisica da appassionati professori, ed ancora in età scolare hanno avuto l’opportunità di partecipare a diversi tornei nazionali ed internazionali – quale il trofeo Topolino ed il trofeo di Benevento.

Nel corso di queste esperienze, che gli hanno permesso di confrontarsi con realtà molto più grandi ed organizzate, i ragazzi si sono appassionati a questa disciplina.

Nel corso del tempo, come un fuoco che, apparentemente spento, cova e si riaccende, gli stessi ragazzini, ormai adulti, si incontrarono  e guardandosi in viso decisero di provarci ancora.

In seguito ad una numerosa serie di cambiamenti societari, a metà del 2009, da una costola dell’Enna Rugby –  allora militante nella serie C siciliana –  nasce l’A.S.D.  Le Aquile Enna Rugby.

Dopo un’iniziale fase di fisiologico assestamento, già nel corso della stagione 2009/10 la squadra si è contraddistinta in ambito regionale per l’ottimo livello tecnico mostrato, nonché per la serietà e la professionalità  fuori e dentro il campo di gioco. Tutto ciò è stato possibile solo grazie alle competenze ed all’impegno profuso dei giocatori, dallo staff tecnico e dalla dirigenza.

Ciò ha permesso l’anno successivo (campionato 2010/11) di espletare una stagione agonistica di media – alta classifica, che si è conclusa con il  5° posto in campionato nel girone due – Sicilia ed il  terzo posto nella competizione “coppa Sicilia”.

Tali ottimi risultati ed il palese miglioramento  hanno permesso alle Aquile Enna di militare per l’anno rugbistico  2011/12  nel superiore girone uno, che vedeva scontrarsi la top ten del girone siciliano di categoria.

Gli anni successivi, hanno visto la compagine ennese acquisire sempre maggiore consapevolezza dei propri mezzi, e, seppure a fasi alterne, l’hanno vista stabilizzarsi nella media classifica.

La società, oltre ad ambire a migliorare il livello della prima squadra,  mira a far conoscere e praticare ai ragazzi dai 6 anni in poi la disciplina del rugby.

Oltre all’ambito prettamente sportivo, altro obiettivo perseguito con impegno dalla società è quello di sottolineare la valenza formativa di questo sport, fatto di forte contatto fisico, di sacrificio, di rispetto e fair-play dentro e fuori dal campo.

L’auspicio è, dunque, quello di accrescere l’aspetto umano oltre che la tecnica sportiva.

Il rugby, come è noto, è uno “sport che allena alla vita”, che forma l’individuo sotto l’aspetto fisico, civile e morale.

Proprio per questo motivo è intenzione della società, creare ed applicare un proprio codice di comportamento al quale tutti i partecipanti alla vita societaria saranno tenuti ad attenersi e ad ispirare la propria azione.

Altro obiettivo cui mira la società  è quello di inserirsi nel tessuto sociale della città, dando ai cittadini l’opportunità di divenire protagonisti di questo movimento, invitando la popolazione a partecipare attivamente alla pratica di questo meraviglioso sport, nonché al lato prettamente goliardico che spesso lo accompagna.

Ne sia prova la recente organizzazione del primo Enna Rugby Festival, che ha avuto luogo nel capoluogo Ennese nel settembre 2015 e che, oltre a vedere la partecipazione di atleti da ogni parte dell’isola, ha avuto un’ottima risposta da parte della città ed una notevole risonanza a livello mediatico, locale e nazionale.

Annunci